03 Maggio 2016 Questa testata aderisce all'anso  
Il fisarmonicista Filippo Bianchi
di Francesco Crociani

Grande talento, autore w la "Fisa", rassegna annuale di fisarmonica

BADIA TEDALDA (AREZZO) Filippo Bianchi,inizia la sua formazione musicale all’età di 8 anni col maestro Silvano Petturiti studiando fisarmonica e prosegue poi con lo stesso maestro presso la scuola di musica Novamusica di Città di castello continuando gli studi in fisarmonica e cimentandosi anche con tastiere e pianoforte

All’ interno della scuola ha avuto contatti ed esperienze con diversi musicisti coetanei e più esperti. Tra questi incontri il più importante e proficuo è stato quello con Andrea Gori, il tastierista col quale all’ età di 18 anni fonda il duo musicale

“I Due di Picche”

una piccola orchestra che si occupa di musica da ballo, liscio balli di gruppo e ultimamente anche disco-music. Si perché la curiosità musicale ha spinto soprattutto il tecnologico Andrea Gori a sperimentare anche cd e vinili oltre che pentagrammi e tasti bianchi e neri. Nel frattempo in maniera amatoriale si dedica anche alla composizione di brani per Fisarmonica.

A 22 anni Filippo ha fondato insieme ad altre persone una associazione culturale a sfondo prettamente musicale nella quale ha ricoperto la carica di presidente per 6 anni nel corso dei quali ha ideato diverse manifestazioni tra le quali la rassegna di fisarmoniche dell’ Appennino “Viva la Fisa” che viene ancora oggi portata avanti dall’ Associazione.

Nel frattempo si laurea in “Filosofia Storia e Comunicazione” all’ Università di Siena –Arezzo discutendo la tesi in Filosofia della Musica ed estetica musicale. Durante tutta la sua carriera musicale Filippo ha collaborato occasionalmente con diversi musicisti ed orchestre.

Ad oggi continua la sua attività musicale con “I Due di Picche” e col collega Andrea Gori e lavora insieme ad altri musicisti a nuovi progetti che prenderanno forma nei prossimi mesi


Stampa l'articolo