Martedì 9 Marzo 2004  14:49 Questa testata aderisce all'anso  

 NEWS
Cronaca
Attualità
Politica
Economia
Lavoro
Sport

 RUBRICHE
Racconti Brevi
Cultura
Personaggi
Spettacoli
Passeggiando
Curiosità

 FOCUS
Editoriale
Interviste
Primo Piano
Speciale
Foto Gallery
  Domenica 5 Aprile 2020ATTUALITà Scrivici 
Martedì 9 Marzo 2004  14:49
"QUESTO TRENO E' UNA PALLA AL PIEDE"
"QUESTO TRENO E' UNA PALLA AL PIEDE"


Conti: "Trenitalia intervenga: questo treno è una palla al piede per il Valdarno"

"La storia dei disservizi del Foligno-Firenze è ormai troppo lunga e non più tollerabile. Si tratta di un treno che rientra tra i servizi della Regione Umbria, ma di fronte al disagio che subiscono i pendolari che dal Valdarno devono raggiungere Firenze, chiediamo con forza a Trenitalia atti concretti e rapidi per migliorare il servizio. La Regione Toscana farà comunque la sua parte per risolvere il problema: la soluzione a cui pensiamo è quella di una riorganizzazione del servizio in quella fascia oraria, anche ricorrendo a risorse che provengono dalle penali pagate da Trenitalia". L'assessore regionale ai trasporti, Riccardo Conti, interviene dopo la lettera del segretario regionale della Federconsumatori, Romeo Romei, che ha denunciato una situazione di grave disservizio sul treno regionale umbro 3152 che, proveniente da Foligno, parte alle 8,19 da Figline Valdarno alla volta di Firenze SMN. La corsa di stamani, ha infatti segnalato Romei, è rimasto fermo a lungo a Figline, per decisione del capotreno, perché troppo affollato.
"La situazione di stamani - precisa l'asssessore - è stata particolarmente critica, su una linea di per sé trafficatissima e in una fascia oraria di punta, perché il treno ha viaggiato con una carrozza in meno rispetto alla composizione prevista dal contratto di servizio dell'Umbria con Trenitalia. Devo dire, a questo proposito, che il contratto di servizio della Toscana prevede norme molto puntuali e severe sulla composizione dei treni e la turnazione del personale e prescrive chiaramente che nel caso in cui l'eccessivo affollamento su un treno sia dovuto alla riduzione del numero delle carrozze, Trenitalia paghi una penale".
"Non vorremmo trovarci nella condizione - conclude Conti - di dover pensare ad una riorganizzazione del servizio che passi per la soppressione dei treni Foligno-Firenze, che sono ormai una vera e propria palla al piede per la direttrice del Valdarno. Attiveremo quindi anche un rapporto più stretto con la Regione Umbria per proporre e trovare soluzioni comuni, visto anche che da Trenitalia soluzioni non arrivano".

Martedì 9 Marzo 2004  14:49


Stampa la notizia Invia ad un amico Inserisci commento

   I commenti dei lettori
   inviato da Alberto il 10 Marzo 2004 05:05
Diamo fuoco a tutte le carrozze!!!

Ricerca personalizzata

RILEGGERE LORENZ AL TEMPO DELL'EPIDEMIA

PANDEMIA E CAPITALISMO TERMINALE. LA TRAPPOLA DEL MES

RINGRAZIA UN DOCENTE

IL BUON SENSO CHE VIENE DA PREDAPPIO

CONAD-AUCHAN, SI RIDUCE A 154 IL NUMERO DEI NEGOZI ACQUISITI DAL CONSORZIO DI DETTAGLIANTI

IL CIGNO NERO DELLA GLOBALIZZAZIONE

NAVIGARE NECESSE EST: BUON ANNO!
 
    

home | editoriale | interviste | primo piano | speciale | riferimenti | privacy | scrivici
Copyright © 2004 05 CONSULTA-FASTMEDIA - Tutti i diritti riservati