Lunedì 27 Novembre 2017  19:06 Questa testata aderisce all'anso  

 NEWS
Cronaca
Attualità
Politica
Economia
Lavoro
Sport

 RUBRICHE
Racconti Brevi
Cultura
Personaggi
Spettacoli
Passeggiando
Curiosità

 FOCUS
Editoriale
Interviste
Primo Piano
Speciale
Foto Gallery
  Mercoledì 13 Dicembre 2017CULTURA Scrivici 
Lunedì 27 Novembre 2017  19:06
DECENNALE VOCEINCANTO
DECENNALE VOCEINCANTO


Straordinario successo per il Decennale del Voceincanto
Sindaco Ghinelli: “il futuro culturale di Arezzo è in buone mani col Voceincanto”

Arezzo, 26 novembre 2017. Straordinario successo per il decennale del Coro Voceincanto, festeggiato nella Pieve di Santa Maria ad Arezzo venerdì 24 novembre insieme a tante realtà artistiche del territorio. Un compleanno musicale festeggiato al fianco delle realtà artistiche del territorio: l’Associazione Sbandieratori di Arezzo, il Centro Danza Carolina Basagni e l’Associazione Rasenna. In prima linea per sostenere l’attività di ricerca, formazione e divulgazione musicale operata dall’Associazione Voceincanto c’era il Sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli che ha voluto esprimere parole di stima verso il Coro Voceincanto e i giovani artisti protagonisti della serata: “Assistere a questo evento e vedere tutti questi giovani talenti in scena, cantare, danzare e sbandierare, per quanto giovani già così preparati, mi convince sempre più che il futuro culturale di Arezzo ha davvero ottime prospettive se le nuove generazioni sono già in grado di svolgere un ruolo artisticamente importante come i giovani del Coro Voceincanto. Auguri per questi primi dieci anni di attività”.

Fondazione Guido d’Arezzo: siamo grati al Voceincanto. Ad aprire la serata, moderata dalla giornalista Anna Martini, la Presidente della Fondazione Guido d’Arezzo Slavka Taskova che ha voluto esprimere tutta la propria stima, e quella della Fondazione, per il lavoro svolto in questi dieci anni dal Coro Voceincanto: “Il Maestro Gianna Ghiori col suo Coro Voceincanto ha compiuto una vera meraviglia. In questi dieci anni hanno reso grande il panorama artistico aretino con una proposta musicale eccellente. Arezzo è la città della coralità e del Polifonico e il lavoro del Voceincanto le rende onore egregiamente. A nome della Fondazione Guido d’Arezzo manifesto la mia gratitudine al Coro Voceincanto che ha saputo portare in alto nel mondo il nome di Arezzo, città di Guido Monaco, città della Musica”.

La memoria di Arezzo in musica. L’evento, patrocinato dal Comune di Arezzo, dalla Fondazione Guido d’Arezzo e dall’Associazione cori della Toscana Cori della Toscana, ha visto una Pieve di Santa Maria gremita di cittadini. Centinaia le persone che hanno assistito in piedi al concerto, pur di non perdersi i voli di bandiere, la danza e tutta la vocalità del Coro Voceincanto in una serata ricca di colpi di scena. Emozionante il momento della celebrazione della memoria viva del Maestro Aretino Fosco Corti con l’omaggio alla moglie Anna Seggi del Premio conseguito dal Coro Voceincanto al primo Concorso Internazionale Voice for Peace Interkultur 2017 di Assisi per l’esecuzione del brano “Laus Trium Puerorum” del compositore aretino. Un viaggio alla riscoperta delle radici culturali di Arezzo, festeggiate col progetto “La giovane voce di Arezzo nel mondo”. Il progetto, riconosciuto e sostenuto dall’ufficio cultura del Comune di Arezzo, ha visto e vede ancora il Voceincanto impegnato nel valorizzare la storia musicale aretina e celebrare le tradizioni del territorio. È nell’esecuzione della Laude a San Donato e nell’Ode ai Caduti di Campaldino, entrambe su testo di don Alvaro Bardelli, e nel Laus Trium Puerorum del maestro aretino Fosco Corti, che abbiamo potuto riscoprire una memoria musicale viva della città.

Un’anteprima mondiale. Ciliegina sulla torta di questa festa musicale è stata l’esecuzione in anteprima assoluta del brano “Laetentur Caeli” del maestro Mauro Zuccante. Brano composto e dedicato dal Maestro Zuccante proprio al Coro Voceincanto, a cui il compositore ha assistito in diretta durante questa prima esecuzione tutta aretina, firmata dal Maestro Gianna Ghiori direttrice del Coro Voceincanto.

Gran finale sulle note dell’inno del Saracino con gli Sbandieratori di Arezzo. “Terra d’Arezzo”, riscritto in polifonia a quattro voci e pianoforte dal maestro Rossano Tacconi e dedicato al Coro Voceincanto è stata la chiusura ad effetto del concerto del decennale del Voceincanto. Una performance emozionante, condivisa con gli Sbandieratori di Arezzo, capace di racchiudere tutta la passione aretina per le sue tradizioni più antiche: la coralità e la Giostra del Saracino.

Lunedì 27 Novembre 2017  19:06


Stampa la notizia Invia ad un amico Inserisci commento

Ricerca personalizzata

10 ANNI DELLA PARAFARMACIA SAN DONATO

TOUR MUSIC FEST 2017

RINGRAZIA UN DOCENTE

FRANCIA: VINCERÀ IL MONDIALISMO

TORNA IN CITTA’ L’UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE

GIOVANI E ALCOL

BUSKER EFSTIVAL A CARPINETO ROMANO
 
    

home | editoriale | interviste | primo piano | speciale | riferimenti | privacy | scrivici
Copyright © 2004 05 CONSULTA-FASTMEDIA - Tutti i diritti riservati