Domenica 29 Ottobre 2017  00:34 Questa testata aderisce all'anso  

 NEWS
Cronaca
Attualità
Politica
Economia
Lavoro
Sport

 RUBRICHE
Racconti Brevi
Cultura
Personaggi
Spettacoli
Passeggiando
Curiosità

 FOCUS
Editoriale
Interviste
Primo Piano
Speciale
Foto Gallery
  Giovedì 23 Novembre 2017CRONACA Scrivici 
Domenica 29 Ottobre 2017  00:34
AGRITURISMO SOTO SEQUESTRO
AGRITURISMO SOTO SEQUESTRO


REGIONE CARABINIERI FORESTALE “TOSCANA”
Gruppo di Arezzo
_________________

COMUNICATO STAMPA

Loro Ciuffenna, Loc. Casamona - Eseguito sequestro disposto dal GIP del Tribunale di Arezzo di fabbricati, stalle, laboratori e annessi di un agriturismo del Pratomagno.

In base al decreto disposto il 21 ottobre scorso dal GIP del Tribunale di Arezzo Piergiorgio Ponticelli, in accoglimento delle richieste avanzate dal Pubblico Ministero Angela Masiello, coordinatrice del pool ambiente della Procura, i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Loro Ciuffenna, coadiuvati dalla Polizia Municipale, hanno proceduto al sequestro preventivo di numerosi fabbricati di recente costruzione ed ancora in via di ultimazione, la cui realizzazione è stata collocata tra il 2014 e il 2017, che caratterizzavano una promettente e nota struttura agrituristica alle falde del Pratomagno.

In particolare sono state sequestrati un’abitazione, un centro benessere (spa), un ricovero per cavalli, una stalla fienile in legno con pavimentazione in cemento, un locale per intrattenimento, un laboratorio artistico e altri fabbricati più piccoli. Nel complesso si tratta di uno dei sequestri più consistenti mai eseguiti nella provincia a carico di una stessa azienda agrituristica.

In base agli accertamenti svolti dai Carabinieri Forestali del Gruppo e della Procura di Arezzo, sulla base delle valutazioni condotte dai consulenti tecnici coinvolti e grazie anche a sofisticate verifiche aerofotogrammetriche realizzate col confronto di riprese aeree effettuate ad hoc dal Carabinieri forestali con l’impiego di un drone e precedenti foto aeree, è stato possibile accertare che le opere edilizie erano state realizzate in area boscata, quindi sottoposta vincolo paesaggistico ed idrogeologico, in assenza di titoli autorizzativi.

Inoltre la realizzazione dei fabbricati abusivi ha comportato la soppressione di circa 7.000 mq di habitat naturale in un sito di interesse comunitario (SIC) denominato “Pascoli montani e cespugliati del Pratomagno”. Il titolare dell’azienda è quindi indagato sia per i presunti abusi edilizi emersi, sia per la deturpazione paesaggistica di un sito di particolare pregio naturalistico.

Domenica 29 Ottobre 2017  00:34


Stampa la notizia Invia ad un amico Inserisci commento

Ricerca personalizzata

VIE DEL CIOCCOLATO A SAN GIOVANNI

MONTEVARCHI UNA DELLE 100 METE ITALIANE

RINGRAZIA UN DOCENTE

FRANCIA: VINCERÀ IL MONDIALISMO

TORNA IN CITTA’ L’UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE

AGRITURISMO SOTO SEQUESTRO

BUSKER EFSTIVAL A CARPINETO ROMANO
 
    

home | editoriale | interviste | primo piano | speciale | riferimenti | privacy | scrivici
Copyright © 2004 05 CONSULTA-FASTMEDIA - Tutti i diritti riservati