Martedì 7 Luglio 2009  21:37 Questa testata aderisce all'anso  

 NEWS
Cronaca
Attualità
Politica
Economia
Lavoro
Sport

 RUBRICHE
Racconti Brevi
Cultura
Personaggi
Spettacoli
Passeggiando
Curiosità

 FOCUS
Editoriale
Interviste
Primo Piano
Speciale
Foto Gallery
  Mercoledì 19 Settembre 2018SPETTACOLI Scrivici 
Martedì 7 Luglio 2009  21:37
LA II EDIZIONE DEL LINKFESTIVAL
LA II EDIZIONE DEL LINKFESTIVAL


11 luglio – 21 agosto 2009 - II EDIZIONE LINKFESTIVAL: PIEVI & CASTELLI IN MUSICA. VISIONI. ORIENTOCCIDENTE. KILOWATT.

AREZZO - Un festival… anzi quattro! Pievi & Castelli in Musica, Visioni, Orientoccidente e Kilowatt dall’11 luglio al 21 agosto nelle quattro vallate della provincia di Arezzo: musica, teatro, danza e arte circense.

Circa 70 eventi, in 44 differenti palchi e luoghi di spettacolo sparsi in 36 Comuni del territorio.

Numerose produzioni originali, coproduzioni ed alcuni debutti nazionali.

Giole Dix racconta e canta Gaber, Anna Maria Castelli e Omero Antonutti, Adrian Aragon, Simone Cristicchi e il coro dei minatori dell’Amiata, la Piccola Banda Ikonica con Ambrogio Sparagna, Moni Ovadia, Tumble Circus, Fullhouse, Teatro Popolare d’Arte, Andrea Cosentino, Capotrave, Emmeateatro, Zaches e tanti altri… Novità di quest’anno la LINK. NIGHTMOON, una serata unica organizzata dai quattro festival (19 luglio 2009, Chiusa dei Monaci, ore 21.00).

Torna il LINKFESTIVAL, novità della provincia di Arezzo, novità a livello regionale. “Regione Toscana e Provincia di Arezzo, in collaborazione con Comunità Montana del Casentino, Associazione Il Carro di Jan, Officine della Cultura, Materiali Sonori, Associazione Capotrave, anche quest’anno sono insieme per questa seconda edizione del Linkfestival che dall’11 luglio al 21 agosto vedrà uniti i più importanti festival della provincia di Arezzo: Pievi & Castelli in Musica, Visioni, Orientoccidente e Kilowatt, un totale di 70 eventi, in 44 differenti palchi e luoghi di spettacolo sparsi in 36 comuni del territorio” ad affermarlo, nel corso della conferenza stampa di presentazione del Linkfestival, Luciana Maccheroncini, Dirigente dell’assessorato Beni e attività culturali della Provincia di Arezzo.

Numerosi luoghi storici di Arezzo e provincia saranno le scenografie “speciali” degli spettacoli, non mancheranno produzioni originali, coproduzioni e debutti nazionali e non mancherà nemmeno una serata “targata” Linkfestival.

Il 19 luglio a quarant’anni dal primo passo dell'uomo sulla luna un altro piccolo-grande evento si realizza in una serata unica. I direttori artistici dei quattro festival (Alberto Spurio Pompili, Giampiero Bigazzi, Maurizio Gatteschi e Luca Ricci) si sono uniti per l’organizzazione congiunta di un momento di creazione artistica: la LINK. NIGHTMOON.

Domenica 19 luglio alle ore 21.00, sullo storico ponte della Chiusa dei monaci, tra terrazzamenti e ponti medievali si alterneranno tre compagnie: lo spettacolo interattivo/musical/teatrale post moderno con accenni di futurismo cosmico “Spazzatour 2009” del Riciclato circo musicale che riscoprono la manualità trasformando in strumenti musicali rifiuti e spazzatura; e le due anteprime nazionali “Et voilà… Vian”, dove Mondo théàtre-La roulotte du swingin’ di Parigi regalerà un meraviglioso omaggio a Boris Vian nel 50esimo anniversario della morte; e “Primi passi sulla luna” di Andrea Cosentino, geniale e surreale attore abruzzese, com’è suo solito, prenderà in giro la società e il suo medium principale: la televisione, con una storia che parla di immagini del futuro ormai passate, prendendo spunto dal quarantennale del primo allunaggio, ma anche dal centenario del futurismo e dal bicentenario della nascita di Darwin, passando per il ventennale della caduta del muro di Berlino, il cinquantenario della creazione della prima Barbie e i dieci anni dalla morte di Stanley Kubrick.

Quella del 19 luglio sarà un’importante occasione di coordinamento e promozione, “due aspetti che caratterizzeranno l’attività presente e futura della nuova Amministrazione provinciale – ha affermato il neo Presidente della Provincia di Arezzo, Roberto Vasai.

“Il Linkfestival offre l’opportunità al territorio di essere partecipe a iniziative di questo tipo che nascono proprio dal territorio e che offrono l’occasione per mettere in rete (link, appunto) non solo intrattenimento, ma anche ospitalità, gastronomia e tutto quello che la nostra terra sa offrire”.

“Ad inaugurare questa seconda edizione del Linkfestival sarà Pievi & Castelli in Musica (11 luglio - 21 agosto) alla sua 22esima edizione. 13 comuni del Casentino per 14 spettacoli – afferma Maurizio Gatteschi, direttore artistico del festival.

Si comincia l’11 luglio con Gioele Dix che sarà il protagonista di “Se potessi mangiare un’idea” (prodotto dalla Fondazione Giorgio Gaber). Ma Pievi & Castelli torna dopo due anni anche a coprodurre due spettacoli: “Tu non eri che la notte” (prima nazionale) un testo originale di Abner Rossi, musiche di U. Bindi, J.Brel, P.Ciampi, P.Conte, F.De André, S.Gainsbourg, B. Lauzi, G.Paoli (arrangiamenti originali di Simone Guiducci), con Omero Antonutti e Anna Maria Castelli (14 luglio, ore 21.15, Pratovecchio, piazza Landino) e “Divino Tango”, anche questo in prima assoluta, per la regia di Adrian Aragon (21 luglio, ore 21.15 Stia, Piazza Tanucci)”.

“L’edizione 2009 di Orientoccidente (12 luglio – 21 agosto) – spiega l’ideatore Giampiero Bigazzi – è invece molto legata all’attualità e al problema dell’immigrazione. 7 comuni del Valdarno, Arezzo e Monte San Savino, saranno infatti teatro di spettacoli uniti dal filo conduttore delle culture migranti”. Sarà Simone Cristicchi ad inaugurare il festival, insieme al coro dei minatori dell’Amiata con lo spettacolo “Canti di miniera, d’amore, vino e anarchia”. Canzoni tramandate proprio dai minatori santafioresi, che erano soliti interpretarle nelle occasioni di festa e di lotta, nelle osterie o nelle piazze del paese: lì dove il canto diventa gioia e condivisione (12 luglio, ore 21.30, Castelnuovo dei Sabbioni, Cavriglia).

Produzione originale del festival sarà quella con Il Coro delle MONDINE di NOVI insieme a Jessica Lombardi e Francesco Moneti dei Modena City Ramblers (venerdì 7 agosto, ore 21.30, Bucine).

Kilowatt (24-31 luglio), l’unico festival a “direzione artistica condivisa” avrà come palcoscenico speciale la Valtiberina. Kilowatt, che ha come obiettivo quello di riportare il teatro alla sua caratteristica di un tempo, la popolarità e che cerca anche in questa sua 7° edizione un contatto con il territorio, “un festival funziona se ha un impatto con il territorio – afferma Luca Ricci, direttore artistico di Kilowatt – Un festival esiste se crea delle dinamiche di cambiamento, se non è solo intrattenimento”.

Ecco quindi 25 spettacoli con due programmi paralleli: da una parte quello delle giovani compagnie scelte dai Visionari e, dall’altra, le compagnie ospiti (Amnesia Vivace/Daniele Timpano/Circo Bordeaux “Risorgimento Pop”; Emmeateatro “Lampedusa è uno spiffero”; Caravankermesse “Caravankermesse”; Semivolanti “Pulmino Fiat Theatre”) e le coproduzioni del festival: Andrea Cosentino “Primi passi sulla luna” (anteprima nazionale); Babilonia Teatri “Pornobboy”; CapoTrave “Robinsonade”; Compagnia Costanzo–Rustioni “Underground”; Gli Omini “7 novembre 2008” (prima nazionale); Le Signorine “Bumps” (prima nazionale); Teatro delle Apparizioni “Pop-Up”; Teatropersona “Trattato dei manichini”; Zaches “Il fascino discreto dell’idiozia” (prima nazionale).

“Ad agosto – ricorda il direttore artistico Alberto Spurio Pompili - subito dopo Kiliowatt, torna con la 10° edizione Visoni” in cui i paesaggi d’arte con vedute di teatro ospiteranno 7 spettacoli come da tradizione ma con importanti anteprime nazionali e con artisti come Moni Ovadia che presenterà “Cabaret Yiddish”, vademecum teatrale e musicale (5 agosto, ore 21.30, Civitella in Valdichiana, Piazza Don Alcide Lazzeri); la compagnia Teatro Popolare d’Arte che, in prima nazionale, presenterà “Re Muore” (12 agosto, Pozzo della Chiana, Fattoria S.Vittoria); e molto altro ancora”.

Per informazioni: www.linkfestival.it - tel. 0575 27961 - info@linkfestival.it

Martedì 7 Luglio 2009  21:37


Stampa la notizia Invia ad un amico Inserisci commento

Ricerca personalizzata

RADICOFANI: BORGO MAGGIORE VINCE IL PALIO

TADINI IN FRANCIA

RINGRAZIA UN DOCENTE

FRANCIA: VINCERÀ IL MONDIALISMO

LE PIAZZE COLORATE E POLITICAMENTE CORRETTE

DEFIBRILLATORI A GAIOLE

BUSKER EFSTIVAL A CARPINETO ROMANO
 
    

home | editoriale | interviste | primo piano | speciale | riferimenti | privacy | scrivici
Copyright © 2004 05 CONSULTA-FASTMEDIA - Tutti i diritti riservati