Sabato 1 Marzo 2008  09:30 Questa testata aderisce all'anso  

 NEWS
Cronaca
Attualità
Politica
Economia
Lavoro
Sport

 RUBRICHE
Racconti Brevi
Cultura
Personaggi
Spettacoli
Passeggiando
Curiosità

 FOCUS
Editoriale
Interviste
Primo Piano
Speciale
Foto Gallery
  Martedì 11 Agosto 2020SPORT Scrivici 
Sabato 1 Marzo 2008  09:30
FIDES SAVINI MONTEVARCHI: LA FORZA DEL GRUPPO PER L’OBIETTIVO SALVEZZA
FIDES SAVINI MONTEVARCHI: LA FORZA DEL GRUPPO PER L’OBIETTIVO SALVEZZA
di Nicola Secciani

Bilancio in corsa di una stagione impegnativa e difficile: vittorie esaltanti e sconfitte evitabili ma, come da tradizione, sempre all’insegna di un gruppo unito, dei giovani e dello spirito di squadra.

MONTEVARCHI (AREZZO) - Quattordici punti in classifica: sette vittorie, alcune delle quali da catalogare tra le ormai consuete “imprese stagionali” della Fides, come le affermazioni con la Stella Azzurra di Roma, il derby casalingo con Arezzo e la vittoria con la capolista Cagliari, e dodici sconfitte, qualcuna di troppo, che sarebbe stato possibile evitare, come quelle interne con Lucca, Olbia e Cecina.

Una posizione di classifica medio-bassa, complicata dalle ultime due sconfitte, la prima in casa contro la diretta concorrente Cecina, la seconda in trasferta contro la corazzata aretina dell’Eutelia, che mantiene comunque la Fides ampiamente in gioco per quello che è l’obiettivo stagionale: centrare ancora una volta la salvezza nel campionato di B2.

Questi i dati del bilancio della Fides dopo la sesta giornata del girone di ritorno. Bilancio che tutto sommato è giudicato positivamente in viale Matteotti, abbastanza in linea con le aspettative della società, che sapeva fin dall’inizio di affrontare un campionato difficile e di doversi confrontare con realtà cestistiche e societarie di grande caratura, che a fianco del nome dello sponsor portano quello di città come Cagliari, Genova, Roma... .

La squadra, rinnovata rispetto alla scorsa stagione, dopo un avvio di campionato difficile è cresciuta sotto la guida del coach Stefano Baggiani, alla tredicesima stagione sulla panchina della Fides.
L’organico a disposizione non è da prima fascia, questo si sapeva già in avvio di torneo, ma la Fides ogni anno deve tener conto di fattori economici che le permettano di continuare a far quadrare il bilancio, e quindi si è puntato su giocatori con parametri economici abbordabili e, come da tradizione, sulla valorizzazione dei giovani del vivaio.

Le scelte fatte dal direttore sportivo Severino Brogi si sono rivelate complessivamente positive: il nuovo play Victorio Musso è uno dei punti di forza della squadra, il ritorno di Alessandro Agliani è stato eccellente, il lavoro di Emanuele Meschino si sta rivelando encomiabile, così come quello del pari ruolo e capitano di lungo corso Alberto Martini.
Tra i riconfermati poi, oltre al capitano, c'è Alessandro Butini, voglia di vincere e agonismo ne stanno facendo, partita dopo partita, il giocatore simbolo della Fides.
A deludere invece è stato l’apporto di Stefano Ratta, dal quale ci si aspettava molto di più, ma che, per vari motivi, tra i quali anche alcuni problemi fisici, non ha potuto dimostrare tutto il proprio valore, fattori che hanno portato la società a rinunciare in corsa al giocatore.
Importante per l’equilibrio della squadra anche l'ultimo arrivato Mattia Giannini (20 anni), “pescato” in C2 nel mercato di gennaio dal S. Paolo Ostiense di Roma.

Altra nota positiva viene dai giovani, frutto del vivaio della Fides, che giocano ormai in pianta stabile in prima squadra e stanno facendo grandi progressi.
Oltre a Giorgio Corsi, 21 anni, che con cinque stagioni in prima squadra alle spalle è ormai un “veterano”, tutta la “linea verde” della Fides Savini sta crescendo in tecnica e personalità. Marco Lazzerini (’89) e Filippo Vasarri (’89), passando per Giacomo Rigucci (’89) e Leonardo Taccari (’87), e poi Francesco Dainelli e Daniel Yerandi, rispettivamente del ‘91 e del ’92, per concludere con Gianmarco Stiatti (’91), appena ristabilito dopo un lungo infortunio e un’operazione alla caviglia: ecco il quadro completo dei “ragazzi terribili” in giallo-verde, motivo d’orgoglio della società montevarchina.

La società dunque ha validi motivi per continuare ad essere fiduciosa: mancano sette giornate alla fine della stagione regolare, l’obiettivo salvezza è alla portata della squadra e ormai siamo abituati al fatto che per la Fides... tutto è possibile.

A questo punto la parola passa al presidente Magi, al quale abbiamo fatto alcune domande sulla stagione in corso. ( link all'intervista al presidente Magi )

Sabato 1 Marzo 2008  09:30



Vedi anche...

Nella rete


FIDES: IL BILANCIO DELLA STAGIONE IN CORSO DEL PRESIDENTE MAGI
Stampa la notizia Invia ad un amico Inserisci commento

Ricerca personalizzata

ROMA MUSEO DEL FASCISMO

LA STORIA DI TRIESTE INFANGATA

RINGRAZIA UN DOCENTE

IL BUON SENSO CHE VIENE DA PREDAPPIO

CONAD-AUCHAN, SI RIDUCE A 154 IL NUMERO DEI NEGOZI ACQUISITI DAL CONSORZIO DI DETTAGLIANTI

UN'ALTRA ITALIA

NAVIGARE NECESSE EST: BUON ANNO!
 
    

home | editoriale | interviste | primo piano | speciale | riferimenti | privacy | scrivici
Copyright © 2004 05 CONSULTA-FASTMEDIA - Tutti i diritti riservati