Martedì 29 Maggio 2007  08:41 Questa testata aderisce all'anso  

 NEWS
Cronaca
Attualità
Politica
Economia
Lavoro
Sport

 RUBRICHE
Racconti Brevi
Cultura
Personaggi
Spettacoli
Passeggiando
Curiosità

 FOCUS
Editoriale
Interviste
Primo Piano
Speciale
Foto Gallery
  Lunedì 16 Luglio 2018PERSONAGGI Scrivici 
Zubin Mehta Martedì 29 Maggio 2007  08:41
"LA PARTITURA DELLA MIA VITA": ZUBIN MEHTA INCONTRA I FIORENTINI
"LA PARTITURA DELLA MIA VITA": ZUBIN MEHTA INCONTRA I FIORENTINI


Mercoledì 30 maggio. ore 21.00, al Piccolo Teatro la presentazione dell'autobiografia del grande direttore d'orchestra.

FIRENZE – Umano, molto umano, ma soprattutto e per prima cosa musicista, grande artista: "Da cinquant'anni mi dedico a quella che secondo me è la più bella professione del mondo: sono direttore d'orchestra".

E' Zubin Mehta a parlare in prima persona nel volume "La partitura della mia vita", la sua autobiografia ufficiale, edita in Italia da Excelsior 1881 e appena arrivata nelle librerie, che mercoledì 30 maggio sarà Mehta stesso a presentare al pubblico a Firenze, nell'ambito del 70° Maggio Musicale Fiorentino, intervistato dal musicologo Piero Gelli alla pr esenza del Sovrintendente Francesco Giambrone.

L'infanzia a Bombay, il grande influsso del padre Mehli, gli affetti familiari, gli studi a Vienna, le scoperte musicali, l'inizio della carriera a Montreal e poi negli Stati Uniti, i matrimoni, i figli e i nipoti, le amicizie, le vicende anche nascoste dietro le quinte dei Teatri di tutto il mondo, il suo imperativo di "portare la musica alla gente": un autoritratto sincero fino in fondo, settant'anni vissuti senza mai smettere di appassionarsi all'esistenza e alla musica.

"Raccontare la propria vita, farsi in un certo senso misura di se stessi, costituisce un'impresa di cui non ero sicuro, e che altri hanno dovuto convincermi ad affrontare: spero, con questi ricordi e riflessioni, di incoraggiare i giovani a perseguire con tenacia la missione cui si sentono chiamati, cioè dedicare alla musica tutta la loro vita", dice il Maestro nella prefazione, che riporta ampio spazio dedicato al suo "romanzo con l'Italia", e con Firenze in particolare, dalla quale si è sentito letteralmente adottato.

L'incontro di mercoledì 30, oltre a rappresentare una delle rare occasioni in cui tutto il pubblico può avvicinare direttamente Mehta, sempre impegnatissimo con le prove e gli spettacoli, costituisce anche un'occasione davvero unica per averne la dedica personalizzata e autografata sul libro: al bookshop del Teatro, che sarà aperto in concomitanza dell'incontro, l'autobiografia è infatti in vendita già da ora, e dopo la presentazione il Maestro si fermerà volentieri nel foyer per dedicarla ad ognuno dei suoi ammiratori.

L'ingresso alla presentazione è libero.

70° Maggio Musicale Fiorentino
Mercoledì 30 maggio 2007, ore 21
Piccolo Teatro
ZUBIN MEHTA presenta la sua autobiografia
"La partitura della mia vita"
(Excelsior 1881) con Piero Gelli
Ingresso libero
Volumi in vendita presso il bookshop del Teatro
Al termine, autografi e dediche

Martedì 29 Maggio 2007  08:41


Nella foto: Zubin Mehta


Stampa la notizia Invia ad un amico Inserisci commento

Ricerca personalizzata

SOLSTIZIO D ESTATE

GDF SEQUESTRA 700 G DI DROGA

RINGRAZIA UN DOCENTE

FRANCIA: VINCERÀ IL MONDIALISMO

LE PIAZZE COLORATE E POLITICAMENTE CORRETTE

PAGLIACCIATE

BUSKER EFSTIVAL A CARPINETO ROMANO
 
    

home | editoriale | interviste | primo piano | speciale | riferimenti | privacy | scrivici
Copyright © 2004 05 CONSULTA-FASTMEDIA - Tutti i diritti riservati